FiderConsult Management Advisory Services
...
...

Emanuele Falorni - 22/12/2021

Tax News 18/2021

Novità di interesse per le imprese

Con la presente Taxnews vi informiamo in merito al nuovo limite di utilizzo del denaro contante, in vigore dal prossimo 1° gennaio 2022, e al rinvio dell’abrogazione dell’”esterometro” che sarà soppresso soltanto dal 1° luglio 2022.

1. Nuovo limite all’utilizzo del contante

Dal 1° gennaio 2022 il trasferimento a qualsiasi titolo di denaro contante (e di titoli al portatore) è soggetto al nuovo limite di euro 999,99 (attualmente, dallo scorso 31 luglio, è di 1.999,99 euro). Il predetto limite vale anche quando il trasferimento sia effettuato con più pagamenti inferiori alla soglia che appaiono artificiosamente frazionati.

 

I trasferimenti di denaro sopra soglia devono essere necessariamente effettuati con modalità tracciate, attraverso banche, Poste, istituti di moneta elettronica e istituti di pagamento.

 

Per operazione frazionata si intende un’operazione unitaria sotto il profilo economico, di valore pari o superiore ai limiti stabiliti dal D.Lgs. n. 231/2007, posta in essere attraverso più operazioni, singolarmente inferiori ai predetti limiti, effettuate in momenti diversi ed in un circoscritto periodo di tempo fissato in 7 giorni, ferma restando la sussistenza dell’operazione frazionata quando ricorrano elementi per ritenerla tale.

 

Le sanzioni, per i partecipanti all’operazione illecita sopra soglia, in relazione alle violazioni commesse e contestate dal 1° gennaio 2022, saranno da un minimo di 1.000 euro ad un massimo di 50.000 euro. Le sanzioni sono graduate anche in funzione dell’importo della transazione effettuata in violazione, proprio perché tra le parti che eseguono l’operazione può esservi una correlazione tra l’importo scambiato e il beneficio o vantaggio che le stesse possono aver tratto dal porre in essere tale transazione.

 

2. Rinvio della soppressione dell’”esterometro” al 1° luglio 2022

Con la precedente Taxnews n. 10/2021 avevamo dato conto del nuovo flusso della fattura elettronica per le operazioni effettuate con soggetti non residenti, previsto a partire dal 1° gennaio 2022, in contemporanea con l’abolizione dell’”esterometro”.

 

Per effetto del D.L. n. 52/2021, la data di partenza del nuovo flusso della fattura elettronica per le operazioni con controparti estere è slittata al prossimo 1° luglio 2022. Pertanto, fino al fino al prossimo 30 giugno non cambia nulla e i contribuenti continueranno ad inviare l’“esterometro” e non saranno obbligati a trasmettere i dati delle operazioni transfrontaliere utilizzando il Sistema di Interscambio.

 

Ricordiamo, altresì, che, a partire dal 1° luglio 2022 i soggetti IVA residenti o stabiliti in Italia dovranno:

  • per le fatture attive relative alle operazioni effettuate nei confronti di soggetti non stabiliti in Italia, emettere una fattura elettronica valorizzando il campo “codice destinatario” con un valore convenzionale: “XXXXXXX”;
  • per le fatture passive ricevute in modalità analogica (cartacea) dai fornitori esteri, il cliente italiano dovrà generare un documento elettronico di tipo TD17 (integrazione/autofattura per acquisto di servizi dall’estero), TD18 (integrazione per acquisto di beni intracomunitari) e TD19 (integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art. 17, comma 2, D.P.R. n. 633/1972, per i beni già presenti in Italia al momento dell’acquisto dal fornitore estero), da trasmettere al Sistema di Interscambio.

Circa la tempistica, in particolare:

  • per le operazioni attive, la trasmissione deve essere effettuata entro i termini di emissione delle fatture o dei documenti che ne certificano i corrispettivi, vale a dire entro 12 giorni dall’effettuazione della cessione o prestazione o entro il diverso termine stabilito da specifiche disposizioni (ad esempio, 15 del mese successivo in caso di fatturazione differita);
  • per le per le operazioni passive, la trasmissione deve essere effettuata entro il quindicesimo giorno del mese successivo a quello di ricevimento del documento comprovante l'operazione o di effettuazione dell'operazione.

Lo Studio è a disposizione dei Clienti per ogni chiarimento e assistenza.